PRENOTA TRAGHETTO
ON LINE

TTT Lines - Condizioni di trasporto

TTT Lines

1 - DEFINIZIONI
Per "Passeggero" s’intende ogni persona trasportata in base al biglietto di passaggio emesso dal vettore e/o dalle agenzie a ciò autorizzate. Per “ veicolo ’’ s’intende qualsiasi veicolo al seguito del passeggero e non adibito a trasporto merci; nella definizione di “veicolo” s’intende incluso anche l'eventuale rimorchio e/o roulotte ancorché assoggettati a regime tariffario differente per il loro maggiore ingombro. Per "Vettore e/o "Società" s’intende la Tomasos Transport & Tourism S.p.A. anche menzionata solo TTT LINES. Il Vettore s’impegna a trasportare il passeggero e i (l) veicoli (o) al seguito alle seguenti condizioni generali di trasporto che sono adeguatamente pubblicizzate presso tutte le biglietterie autorizzate e/o presso la sede del “Vettore” e/o a bordo della nave e/o consultabili sul sito web www.tttlines.it e che prima dell'acquisto e/o della prenotazione del biglietto di passaggio il passeggero s’impegna ad esaminare e ad osservare integralmente.

2- REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO E VALIDITÀ
L’oggetto del contratto è la prestazione di trasporto come disciplinata dagli artt. 396 e segg. Cod. nav. Il “Vettore” declina ogni responsabilità per i danni causati al passeggero dal ritardo o dalla mancata esecuzione del trasporto qualora l’evento derivi da caso fortuito, forza maggiore, condizioni meteo marine avverse, scioperi e guasti tecnici costituenti forza maggiore. Per il regime di responsabilità in relazione
al trasporto dei passeggeri, auto e per quanto non previsto dalle presenti condizioni generali, si fa espresso rinvio alle vigenti norme del Codice della Navigazione. Fino allo sbarco, i passeggeri sono responsabili dei propri bagagli e di quanto in esso contenuto. I tempi di traversata sono indicativi e calcolati sulla base della distanza tra i porti ed in condizioni meteo marine favorevoli. II biglietto di passaggio è personale, non cedibile né trasferibile, ed è valido soltanto per il trasporto in esso indicato. Il biglietto deve essere custodito diligentemente dal passeggero e deve essere esibito a richiesta di qualsiasi Ufficiale della Nave o funzionario della Società. Il passeggero sfornito del biglietto deve tempestivamente informare il Comandante e/o il Commissario di Bordo. In difetto, il passeggero sarà tenuto al pagamento del doppio del prezzo di passaggio sino al porto di destino, oltre all’eventuale risarcimento dei danni.

3 - PREZZO DI PASSAGGIO
Il prezzo indicato nel biglietto e quello della tariffa del vettore in vigore alla data dell'emissione dello stesso. Sino al momento dell’emissione del biglietto, la società ha comunque la facoltà di modificare il prezzo del biglietto in caso di aumento del costo del carburante o di tasse e diritti portuali. Resta salva, in tal caso, la  facoltà del passeggero di recedere qualora l’aumento del prezzo sia superiore al 10%. Nel prezzo indicato nel biglietto di passaggio, non è compresa la somministrazione di vitto a bordo che rimane a carico del passeggero, i pasti possono essere consumati al ristorante e/o al self service. Eventuali tasse di imbarco e sbarco, ove applicabili, saranno esplicitamente indicate nel biglietto di passaggio. I residenti, per poter beneficiare della riduzione di prezzo ad essi applicata, dovranno produrre, al momento della renotazione/acquisto del biglietto, idonea documentazione attestante tale qualità.

4 - PRESENTAZIONE PER L’IMBARCO
L'orario di imbarco, ove non diversamente modificato per iscritto, è di due ore prima dell'orario previsto di partenza della nave per i passeggeri con veicoli al seguito, mentre per i passeggeri senza veicoli al seguito è di un'ora. II passeggero che non si presenta nel tempo sopra indicato per l'imbarco, o che comunque non prenda imbarco sulla nave prevista ed indicata sul biglietto di passaggio, qualunque sia il motivo che ha determinato il ritardo, non sarà garantito l’imbarco e non ha diritto al rimborso, neppure parziale, del prezzo pagato.

5 - RECESSO E RIMBORSI
Salvo quanto previsto dall’art. 400 Cod. Nav., la Società concede al passeggero che non intenda o non possa più partire di conseguire il rimborso di parte del prezzo di passaggio. In tal caso, il passeggero dovrà darne comunicazione per iscritto alla Sede di Napoli via fax allo 081 5752132 oppure a mezzo e-mail certificata all’indirizzo: rimborsi@tttlines.com, dal passeggero direttamente o tramite l’Agenzia di viaggio, se il biglietto è stato acquistato presso quest’ultima. La comunicazione fatta entro i termini di seguito indicati darà diritto ai seguenti rimborsi:
- dall'atto della prenotazione fino a 10 giorni prima della partenza 80%
- da 9 giorni fino a 3 giorni prima della partenza 70%
- fino a 2 giorni prima della partenza 50%
- fino a1 giorno prima della partenza 25%
( il numero di giorni indicato non include il giorno dell’annullamento).
Il rimborso si applica sul totale delle tariffe passeggeri e veicoli prenotati. Per il calcolo del rimborso farà fede la data della richiesta di cancellazione (comprovata da ricevuta). Nessun rimborso spetta a chi cancella il giorno stesso della partenza e a chi non si presenta entro l'orario di imbarco senza avere dato preventiva comunicazione alla Società della ricorrenza di una delle circostanze previste dall'art. 400 Cod. Nav., così come a chi comunica cancellazioni parziali soltanto all'atto del check-in per l'imbarco.

6 - VARIAZIONI
In caso di variazione del biglietto sarà dovuto un diritto fisso pari ad € 10,00 per ogni variazione a titolo di rimborso spese da pagare al ritiro dello stesso presso le biglietterie portuali, l’eventuale riduzione dell’importo del biglietto sarà rimborsato con le penali dell’articolo precedente. Le modifiche e/o variazioni saranno effettuate salvo disponibilità e in caso di annullamento per il rimborso sono previste le medesime penalità e condizioni di cui all’art. 5. Non sarà possibile effettuare variazioni il giorno stesso della partenza. Tutti i biglietti emessi a tariffa promozionale non saranno modificabili e non saranno rimborsabili.

7 - ANTICIPI/RITARDI DI PARTENZA O DI ARRIVO • SOPPRESSIONE DI PARTENZA – MODIFICHE DI ITINERARIO
Prima della partenza, il passeggero è tenuto a verificare che non siano intervenute variazioni relative alla nave ed all'orario indicati sul biglietto. In ogni caso, la soppressione, il ritardo della partenza e l’interruzione del viaggio sono disciplinati rispettivamente dagli articoli 403, 404 e 405 del codice della navigazione. Gli orari di arrivo, ove previsti, sono da intendersi indicativi e potranno subire variazioni in conseguenza delle condizioni meteo-marine, del traffico portuale, di limitazioni imposte dalle competenti autorità o di altri enti non imputabili alla società. Nel caso in cui la partenza sia ritardata per più di 12 ore rispetto l’orario previsto, il passeggero avrà diritto di risolvere il contratto ed ottenere il rimborso del prezzo relativo al passaggio non usufruito. Il Comandante ha piena facoltà di assistere altre navi che versino in condizioni di pericolo e di adeguare o deviare dalla rotta ordinaria in qualsiasi direzione in relazione alle condizioni meteo marine per la sicurezza della navigazione.

8 - IMBARCO E SBARCO VEICOLI
I veicoli saranno chiamati all'imbarco nell'ordine che sarà di sposto dal Comandante della nave e/o dai suoi ausiliari e preposti. I veicoli alimentati a gas liquido devono essere dichiarati all’atto della prenotazione e dell’imbarco. I sistemi di allarme e gli antifurto elettrici devono essere disinseriti all’atto dell’imbarco. Le operazioni di imbarco dei veicoli, compresa la loro sistemazione nel posto assegnato a bordo, le operazioni di sbarco nonché l'eventuale trasferimento del veicolo al/dal posto di parcheggio alla nave e/o l'eventuale trasferimento del veicolo dalla nave al posto di parcheggio sono sempre effettuati a cura, rischio e responsabilità esclusive del passeggero che al momento del parcheggio dovrà sempre inserire il freno di stazionamento, innestare la marcia, provvedere allo spegnimento delle luci del veicolo ed assicurarsi che portiere e bagagliaio siano ben chiusi. Il passeggero rimane inoltre esclusivamente responsabile di eventuali danni arrecati a terzi, loro veicoli, merci e bagagli. Il veicolo, comprensivo di eventuale rimorchio e/o roulotte, con quanto ivi contenuto, è accettato dal vettore come un'unica unità di carico ed in mancanza di specifica dichiarazione di valore al momento dell’acquisto del titolo di viaggio, la responsabilità del vettore per perdita e/o danni al veicolo non potrà eccedere il limite previsti dagli artt. 422 e 423 del Codice della Navigazione. Anche ai sensi degli artt. 412 e 435 Cod. Nav., eventuali danni ai veicoli o qualsiasi altro evento dannoso avvenuto a bordo delle nostre navi devono essere dichiarati prima dello sbarco. Allo scopo il passeggero deve presentare denuncia ad uno degli ufficiali di bordo che provvederà alla constatazione con apposito modulo, che dovrà essere sottoscritto dal passeggero.

9 - NORME DA OSSERVARSI DAL PASSEGGERO
il passeggero deve osservare le prescrizioni delle leggi italiane ed estere nonché le disposizioni date dal Comandante della nave ed il presente regolamento della Società, di cui il passeggero prende visione all’atto dell’acquisto del biglietto e che in ogni caso è consultabile sul sito della Società www.tttlines.it ovvero presso tutte le biglietterie della medesima. Inoltre il passeggero risponde direttamente verso la Società di tutte le contravvenzioni, molestie, multe e spese alle quali, per fatto suo, la Società sia assoggettata dalle autorità portuali, doganali, sanitarie e/o da qualsiasi altra autorità di qualsiasi altro paese. I minori di anni 18 fino ad anni 14 possono viaggiare anche non accompagnati, sotto la responsabilità degli esercenti la potestà genitoriale, mentre i minori di anni 14 devono viaggiare accompagnati da passeggeri adulti ed avere la stessa sistemazione ed essere tenuti sotto sorveglianza dai genitori e/o persone a ciò preposte. In caso di emergenza i passeggeri dovranno mettersi a disposizione del Comandante e degli Ufficiali e dovranno eseguire disciplinatamente gli ordini e le prescrizioni che riceveranno.

10 - CONDIZIONI SANITARIE DEL PASSEGGERO
Il Comandante ha la facoltà di rifiutare il passaggio a chiunque sia, a suo giudizio, in condizioni fisiche o psichiche tali che non gli consentano di affrontare il viaggio o a chiunque risulti, per abuso di stupefacenti, allucinogeni, alcool, malattia o infermità, pericoloso per gli altri passeggeri e per la sicurezza della nave. In tali casi il passeggero non avrà diritto al risarcimento di danni e sarà responsabile dei danni arrecati alla nave, a tutte le sue dotazioni ed equipaggiamenti, per gli eventuali ritardi alla partenza della stessa nonché dei danni arrecati a terzi o alle cose di terzi. L'accettazione del passeggero a bordo da parte della Società non dovrà essere considerata come rinuncia della Società al suo diritto di far valere in seguito le sue riserve sulle condizioni del passeggero sia che queste fossero conosciute o meno dalla Società al momento ell'imbarco e/o partenza della nave. L’imbarco delle passeggere in stato di gravidanza comporta l’accettazione da parte della passeggera dei rischi connessi all’assenza a bordo di assistenza medica o di  assistenza medica specialistica e di strutture idonee a gestire eventuali emergenze connesse alla condizione di gravidanza, nonché alle specificità del trasporto via mare sia in riferimento ad eventuali condizioni meteo marine sia in riferimento alla difficoltà di accesso ad assistenza esterna, con conseguente manleva ed esonero di qualsiasi responsabilità in capo alla TTT Lines ed a tutto il personale della stessa.

11 - PASSEGGERI DISABILI/HANDICAPPATI
La nave è dotata di cabine disabili in numero limitato. I portatori di handicap e/o disabili prenotando, devono far presente la loro situazione per poter essere assistiti in modo adeguato sia all’imbarco che a bordo.

12 - ESPLOSIVI, INFIAMMABI
LI E MATERIE PERICOLOSE
E severamente proibito al passeggero di includere nel bagaglio o nelle cose di sua proprietà sistemate a bordo dei veicoli, residui industriali o sostanze esplosive e/o infiamma bili o altrimenti pericolose per la sicurezza della nave, del carico oppure per l'incolumità degli altri passeggeri e dei membri dell'equipaggio. Nel caso di violazione di tale divieto, il Comandante è autorizzato a sequestrare o distruggere tali sostanze senza che il passeggero possa pretendere alcuna indennità. Il passeggero, inoltre, sarà responsabile delle conseguenze derivanti dalla violazione del presente divieto.

13 - ARMI
All'atto dell'imbarco il passeggero ha l'obbligo di consegnare in custodia al Comandante tutte le armi bianche e/o da fuoco in suo possesso. In caso d’inosservanza, i contravventori saranno passibili di confisca delle armi e di deferimento all'Autorità Giudiziaria competente.

14 - BAGAGLIO
II bagagliaio non consegnato al vettore deve contenere esclusivamente effetti di uso personale del passeggero. Tutti gli oggetti di valore, gioielli, denaro contante, traveller's cheques, ecc. possono essere depositati nelle apposite cassette di sicurezza della nave o, in loro mancanza, consegnati in busta chiusa e sigillata al Commissariato di Bordo che rilascerà ricevuta di tale busta senza controllarne il contenuto. . Resta in ogni caso convenuto che anche per i bagagli e gli oggetti non consegnati al vettore la responsabilità del vettore è limitata alla cifra massima risultante dall’eventuale dichiarazione scritta di valore rilasciata dal passeggero, sempre che questi abbia corrisposto il maggior nolo, altrimenti si applicherà il limite previsto dall'art. 412 del Codice della navigazione.

15 - PERDITA E/O AVARIA DEL BAGAGLIO E DEGLI EFFETTI PERSONALI E DEL VEICOLO
La perdita e/o avaria del bagaglio e degli altri effetti personali o del veicolo al seguito del passeggero devono essere fatte constatare dal passeggero al comando della nave ovvero agli agenti e/o agli Ufficiali della Società nel porto di sbarco - a pena di decadenza - al momento della riconsegna se trattasi di perdita o avaria apparenti ovvero entro tre giorni dalla riconsegna se trattasi di perdita o avaria non apparenti. Per i bagagli e gli oggetti non consegnati dal passeggero al vettore quest'ultimo non è responsabile della perdita e/o delle avarie se non quando il passeggero provi che le stesse siano state determinate da causa imputabile al vettore stesso. Il vettore non risponde di danni e/o avarie imputabili ad atti vandalici di terzi.

16 - ANIMALI
Il trasporto di animali domestici di taglia piccola (gatti, cani, ecc.) al seguito del passeggero è consentito purché siano muniti di certificato di buona salute e sia stato acquistato il relativo biglietto. In conformità Alle normative igieniche - sanitarie, gli animali domestici, quando accettati dalla Soci età, dovranno viaggiare nei locali a loro riservati, essendo assolutamente vietato ai passeggeri di tenerli in cabina e nei locali sociali. I passeggeri sono responsabili per qualsiasi eventuale danno provocato alle cose o a terzi dai loro animali. Il vettore declina qualsiasi responsabilità per eventuale sequestro o soppressione degli animali da parte delle Autorità Sanitarie del porto di sbarco/imbarco nonché per lesioni, per lunga, perdita o morte degli stessi verificatesi durante il trasporto o durante l'imbarco e/o lo sbarco.

17 - SISTEMAZIONE
Il passeggero occuperà il posto indicato nel biglietto ovvero, in mancanza, quello che gli verrà assegnato dal Comandante o dal Commissario di Bordo. La Compagnia ha la facoltà di assegnare al passeggero un posto diverso da quello indicato nel biglietto: se il posto assegnato è di tipo superiore, non verrà richiesta differenza di tariffa.

18- LEGGE APPLICABILE, GIURISDIZIONE E FORO COMPETENTE
Il contratto di trasporto passeggeri, loro bagaglio e veicoli al seguito è regolato dalla e interpretato secondo la legge italiana. Per qualsiasi controversia relativa alla validità e/o interpretazione e/o esecuzione del presente contratto è competente esclusivamente il Foro del luogo, dove la società ha la sua sede legale. Peraltro, nel caso di passeggero residente in Italia che rivesta la qualifica di consumatore ai sensi della normativa italiana vigente, sarà competente il foro di residenza o domicilio dello stesso.

19- INFORMAZIONE SUI PASSEGGERI
In ottemperanza al Decreto Legge n. 251/1999 a recepimento della Direttiva CEE 98/41 del 18.06.1998 ed alle normative relative all’applicazione del codice ISPS sulle norme antiterrorismo, tutti i passeggeri sono tenuti a comunicare già in fase di prenotazione e, comunque, al momento dell’acquisto del titolo di viaggio, le proprie generalità e cioè: cognome, nome o iniziale dello stesso, sesso, categoria di età (neonato, bambino, minore di anni 18 e maggiore di anni 14, adulto). I dati personali raccolti ai sensi della presente previsione normativa saranno conservati solo per il tempo necessario ai fini del citato decreto e/o in ottemperanza al Decreto Legislativo 196/2003.

Powered by MediaLab